Sostegno alla genitorialità

Il dolore e l’angoscia cui sono esposti una madre e un padre di fronte alla malattia di un figlio rischia di mettere in crisi e, in certi casi, far collassare la loro funzione di genitori.

Un percorso di sostegno alla genitorialità rappresenta un contenitore stabile in cui depositare le ansie, esprimere la sofferenza e riappropriarsi del proprio ruolo nel rapporto con il figlio. In questo modo i genitori possono essere aiutati a mettere in campo nuovamente le proprie risorse per accogliere e sostenere i dolorosi e faticosi passaggi della malattia, preservando contemporaneamente il bisogno di normalità dell’intero nucleo familiare.

Il percorso prevede colloqui individuali o di coppia, della durata massima di un anno, a cadenza settimanale.